Categorie di aiuto

L’obbiettivo dell’associazione è alleviare la famiglia del pensiero e del tempo necessario per cucinare.

Genitori e figli possono così sedersi a tavola un po’ più serenamente.

  1. Quando il bambino sta affrontando un ricovero a medio/lungo termine (almeno 10 giorni)

Durante il ricovero: se durante il ricovero di un figlio, un genitore è a casa con altri figli, può richiedere un aiuto per avere dei pasti pronti a domicilio. 
Post ricovero: quando la famiglia rientra a casa ha diritto, durante il primo mese, ad un sostegno per avere piatti pronti senza fatica.

2. Quando il bambino sta affrontando un percorso oncologico ed è necessario recarsi in ospedale più volte al mese per controlli e terapie.

La famiglia ha diritto, per tutto il mese, a 12 pasti gratuiti consegnati a domicilio. Se il bambino, a causa delle terapie, necessita di una particolare attenzione al cibo è bene segnalare il tutto all’associazione.

3. Se vostro figlio sta affrontando una terapia particolare che richiede tempo/energia/spostamenti/giorni in quantità particolari contattateci in maniera da creare un percorso ad hoc per la vostra famiglia.

Per far sì che l’associazione lavori in maniera equa per tutte le famiglie coinvolte, la stessa si rifà ad alcune direttive che regolano le procedure di presa a carico delle famiglie.
Verranno considerati (mensilmente) i giorni di degenza, di terapia, di visite ambulatoriali, di cure infermieristiche a domicilio e possibili risvolti causati dalla terapia che possono portare ad una degenze extra.

Sarà necessario presentare un documento che attesti il ricovero o le molteplici terapie da seguire. Tutti i dati in nostro possesso verranno utilizzati in maniera confidenziale e nel pieno rispetto della privacy della famiglia.